Chi è Salvatore Aranzulla? Perché è famoso? Come guadagna?

Classe 1990, Salvatore Aranzulla è il divulgatore informatico italiano più famoso del Web. Chi è il fondatore di Aranzulla.it, il sito che oggi fattura 3 milioni di euro l’anno? Perché è così famoso? Come guadagna? Questa è la sua straordinaria e curiosa storia…

Salvatore Aranzulla è un divulgatore informatico che, grazie alle sue risposte chiare e puntuali su quesiti informatici (come scaricare film, come videochiamare, come eliminare virus dal pc, come risolvere problemi con lo smartphone…) e mediante una tecnica SEO invidiabile, ha costruito un impero capace di superare brand e competitor ben più quotati.

Il suo Blog Aranzulla.it è diventato un punto di riferimento per i dummies della tecnologia e oggi macina cifre da capogiro: 14 milioni di utenti e 25 milioni di pagine visitate, circa 600 mila visitatori al giorno. Così Salvatore si è assicurato in pochi anni un posto fisso nelle classifiche dei siti più visitati in Italia.
Ma chi è davvero Salvatore Aranzulla? Come è riuscito a costruire il suo impero? Come guadagna?

Chi è Salvatore Aranzulla?

Salvatore Aranzulla nasce a Caltagirone (Catania) il 24 febbraio 1990 da una famiglia modesta che nulla ha da spartire con il mondo dell’informatica. A 10 anni passa davanti a un negozio di informatica con i genitori e chiede loro di acquistare il suo primo computer. Nonostante la giovanissima età, il piccolo Aranzulla ha appena intuito il suo futuro…

Inizia così a usare i primi programmi e, come tutti noi, incontra problemi e cerca soluzioni. Nel frattempo i suoi amici stanno riscontrando le stesse difficoltà. Da autodidatta Salvatore si informa, studia, risolve le problematiche più comuni e scrive tutto in un file Word. L’idea iniziale è quella di stampare, di volta in volta, le istruzioni per gli amici; solo in un secondo tempo Salvatore crea una Newsletter con le soluzioni ai più comuni problemi informatici e lancia un sito a libero accesso, il blog Aranzulla.it. Comincia a fatturare sin da subito, quando è ancora minorenne: i primi contratti e le prime collaborazioni sono sottoscritti dalla madre. Nel 2008 Virgilio collega il sito dell’informatico siciliano al suo portale e lo utilizza per coprire la mancanza di informazioni tecnologiche. Aranzulla.it ottiene, sin da subito, un grande successo e registra una media di 300 mila visite al mese. Con i guadagni di Virgilio Salvatore Aranzulla finanzia i propri studi in Economia Aziendale alla Bocconi di Milano, «perché per creare un business di successo servono le competenze tecnologiche, ma sono fondamentali anche quelle manageriali».

Il successo arriva inesorabile: lavora per Focus, per Mondadori Informatica e continua a curare il suo blog che, nel frattempo, è cresciuto così tanto da portargli un guadagno di 5000 dollari al giorno. Aranzulla non si monta la testa, rimane socio unico della sua azienda (una Srl) e si fa aiutare da un piccolo gruppo di stretti collaboratori. Il segreto del suo successo è nella semplicità delle risposte contenute nei suoi tutorial e nella capacità di comprendere le difficoltà delle persone comuni.

“Il metodo Aranzulla”: la storia di Salvatore Aranzulla diventa un libro

Il 28 febbraio 2018 esordisce nelle librerie “Il Metodo Aranzulla: impara a creare un business online”, il libro in cui il fondatore di Aranzulla.it ha raccontato gli inizi della sua folgorante carriera e di come l’impegno, la curiosità l’abbiano spinto verso sempre nuovi obiettivi. Composto da 192 pagine, il libro non è solo un’ampia case history ma anche un manuale, un prontuario costruito su misura per chi vorrebbe imparare a pubblicare contenuti di successo e a monetizzare dalla propria attività online.

Cancellata la pagina Wikipedia di Salvatore Aranzulla

Nel 2016, Aranzulla scrive dalla sua pagina Facebook il seguente post:

Amici cari, vi dico solo che concorrenti di bassa lega e rosiconi stanno proponendo l’eliminazione della mia voce da Wikipedia

Qualche tempo dopo si è scoperto che la pagina Wikipedia di Salvatore Aranzulla è stata cancellata perché (pare) non rispettava gli 11 criteri base dell’enciclopedia online. Il mestiere di divulgatore non è un requisito per avere una pagina Wiki, e non è sufficiente aver scritto dei libri. Nel frattempo, l’informatico siciliano con ironia ha commentato:

Devo forse andare a Uomini e Donne per potere stare su Wikipedia?

Come e quanto guadagna Salvatore Aranzulla?

Aiutare gli utente nelle comuni difficoltà nel campo informatico e dare loro risposte semplici è la chiave del successo. Oggi il sito di Salvatore Aranzulla conta ben 14 milioni di utenti e 25 milioni di pagine visitate, 600 mila visitatori al giorno e 3 milioni di euro di fatturato all’anno.

Come può Aranzulla.it fatturare così tanto?

La prima fonte di guadagno di Aranzulla.it è la pubblicità dai banner, inseriti sul sito in collaborazione con il Messaggero. La seconda fonte è quella dell’Affiliate Marketing. Sul suo blog, Salvatore dedica uno spazio ai migliori prodotti e servizi, ognuno dei quali può essere comprato attraverso un link. Se l’acquisto va a buon fine, Salvatore Aranzulla guadagna una percentuale: «In questo modo, non abbiamo interesse a privilegiare un produttore/provider rispetto a un altro» spiega.

Il modello di business funziona: nel 2015 Aranzulla.it ha registrato un fatturato di 1,4 milioni di euro, arrivando oggi a 3 milioni. Salvatore Aranzulla delega parte del suo lavoro ai 15 collaboratori esterni che scrivono con lui i contenuti del blog. Ogni collaboratore percepisce 25 euro ad articolo, una cifra particolarmente alta per un copywriter.

L’Aranzulla Day

Oltre al blog, Salvatore Aranzulla guadagna anche con l’Aranzulla Day, un evento di formazione sulla monetizzazione online. Dal 2017, dopo il successo del libro Il Metodo Aranzulla, raduna 500 persone che pagano un biglietto che va dai 100 ai 250 euro. Calcoli alla mano, l’imprenditore riesce a guadagnare con un solo evento tra i 75.000 ed i 125.000 euro.

Lascia un Commento